Informazioni e consigli per i pazienti
a cura del Dr. A.GIAMBERSIO - Specialista in Andrologia

Le prostatiti - Le cause

La prostata è un organo interno.
L'unica via di accesso diretto alla ghiandola dall'esterno è tramite l'uretra (il canale attraverso il quale fuoriesce l'urina).
Infatti, anatomicamente, la prima parte dell'uretra viene chiamata proprio uretra prostatica.
Per queste ragioni l'agente infettante (batterio od altro) che causa una prostatite può raggiungere la prostata o tramite il sangue (ad esempio un batterio responsabile di una faringite, di un ascesso dentario, di una polominte od altro può "colonizzare" la prostata perchè trasportato dal torrente ematico) o tramite l'uretra quando si verifica ad esempio una uretrite e i germi responsabili di questa infezione raggiungono la prostata per via "retrograda" risalendo cioè l'uretra fino a raggiungere la prostata.

Altre volte può accadere che i germi siano presenti nell'apparato urinario (reni o vescica) e per via "discendente" raggiungano la prostata.
Inoltre poichè la prostata è collocata "a ridosso" del retto è stata documentata anche la possibilità che dei batteri, normalmente presenti nel colon e nel retto, possano passare direttamente dal retto alla prostata (specie nei pazienti che soffrono di stipsi cronica) attraverso l'abbondante plesso venoso peri-prostatico e/o i vasi linfatici.

 

 

Nella figura si può notare che l'uretra (colorata in rosso) per giungere in vescica (colorata in verde) deve passare attraverso la prostata (colorata in giallo).
Risulta quindi comprensibile come una infezione che interessi l'uretra o la vescica possa essere responsabile anche di una prostatite.
Nell'immagine si nota inoltre che il retto (colorato di azzurro) è in stretto contatto con la prostata e si può quindi facilmente capire come possa accadere che dei batteri presenti nel colon possano giungere nella prostata.

 Per tutto quanto sopra, ben si comprende come nella stragrande maggioranza dei casi non si riesca ad identificare una causa precisa che nel singolo paziente possa essere stata responsabile della infiammazione della prostata.